Chi siamo

Ippocampo, un passato violento per la piccola luna di Nettuno

0

Una piccola luna dal passato decisamente violento e turbolento. Ippocampo è la 14° luna del pianeta Nettuno e gli astronomi l’hanno scovata proprio lì dove non avrebbe dovuto trovarsi: vicino a un satellite molto più grande di lei, Proteo.

I nuovi dati del telescopio spaziale Hubble analizzati dal team di Mark Showalter del SETI Institute di Mountain View, in California, hanno permesso di scoprire le origini di questa piccola e insolita luna dal diametro di soli 34 chilometri.

Ippocampo e Proteo infatti hanno orbite che distano appena 12mila chilometri tra loro e per via della grande differenza di dimensioni, gli astronomi si attendevano due scenari. Nel primo, la grande luna che spinge via lontano la piccola. Nel secondo, la piccola luna che viene “mangiata” dall’attrazione gravitazionale della grande, fino all’impatto.

In barba agli astronomi, i satelliti continuano a orbitare indisturbati intorno a Nettuno, se non fosse per il rischio di collisioni con comete e asteroidi provenienti dalla vicinissima fascia di Kuiper. Proprio una cometa o un asteroide, d’altronde, avrebbe dato vita allo stesso Ippocampo.

A lanciare sospetti fu già la sonda Voyager 2 nel 1989, che con uno sguardo ravvicinato a Proteo notò un grande cratere, derivato proprio da un impatto con un oggetto celeste. Da quel cratere, dunque, sarebbe nata la piccolissima luna, che viaggia indisturbata intorno a Nettuno insieme agli altri 14 satelliti, incurante del suo passato violento e tantomeno della sua posizione così insolita.

Continua a leggere su Oggiscienza.

Leggi anche:  Voyager 2 pronta per lo spazio interstellare

Veronica
Aspirante astronauta, astrofisica per vocazione, giornalista di professione. Mi piace leggere, nuotare, fare lunghe passeggiate nella natura. Amo i gatti (anche di Schroedinger) e i neutrini (soprattutto quelli muonici). La materia oscura? Appena la vedrò deciderò, la sto ancora cercando. Ah dimenticavo, mi piace anche scrivere.

    Giornata mondiale dell’Orso Polare, specie sempre più a rischio

    Previous article

    Trono di Spade torna ad Aprile 2019

    Next article

    Comments

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *