Animali

Giornata mondiale dell’Orso Polare, specie sempre più a rischio

0
Una giornata per l'orso polare

Istituita una giornata internazionale per l’Orso Polare. Il 27 Febbraio è stata fondata dall’associazione Polar bears International la giornata internazionale degli orsi polari. Questa giornata è nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle difficoltà che questi animali devono affrontare a causa dei cambiamenti climatici, cambiamenti che stanno portando sempre di più alla riduzione della loro casa spingendoli sull’orlo dell’estinzione. In occasione di questa giornata, il WWF ha lanciato l’allarme: “A rischio il 30% di questa popolazione”.

L’orso polare

L’orso polare, chiamato anche orso bianco per il caratteristico colore del suo pelo, è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia Ursidae che vive principalmente nel Mar Glaciale Artico. Il suo nome scientifico è Ursus maritimus (cioè “orso del mare“) visto che è un eccellente nuotatore, molto bravo e pratico nelle immersioni. Vive sulla superficie sulle superfici ghiacciate polari, un habitat sempre più a rischio. Secondo il WWF, se il ritmo del riscaldamento globale continuerà a salire a questa velocità, perderemo il 30% della popolazione di tale specie.

Orsi polari e uomini: sempre più vicini

Ma il rischio, secondo la più importante organizzazione mondiale a difesa della natura, non è soltanto questo. A causa della distruzione del loro habitat naturale, l’orso polare e l’uomo saranno costretti a stare sempre più vicini. Una prova di questo è ciò che sta succedendo da Dicembre 2018 in Russia. Oltre 50 esemplari di orsi polari hanno invaso la città di Belushya Guba, nell’arcipelago di Novaya Zemlya (regione Artica). Il motivo dell’avanzamento è quello di cercare cibo di facile accesso. A causa dello scioglimento dei ghiacci molte delle loro prede naturali sono fuggite, costringendo gli orsi a cercare cibo di facile accesso, tra cui la spazzatura che si trova negli insediamenti umani. Un fatto che ha messo in allarme il WWF.

“Convivere con gli orsi polari è possibile”

Per scongiurare questo pericolo, in occasione della Giornata Mondiale dell’Orso Polare, il WWF sta aiutando orsi polari ed essere umani a convivere come coinquilini, in modo tale da garantire a entrambi la sopravvivenza. E’ proprio questo quello che stanno facendo i volontari del WWF in Groenlandia. Inoltre stanno lavorando con i governi delle popolazioni artiche a limitare i rischi sia per le persone che per gli orsi polari, oltre che a insegnare loro il linguaggio comportamentale di questo animale. I “lavori” dei volontari hanno avuto inizio però molto prima dell’invasione dei 50 orsi nella cittadina russa. Sono iniziati infatti nel 2006 a Chukotka, sempre in Russia, dove i volontari hanno chiesto alla comunità a fermare gli orsi senza però sparare.

L’invito del WWF: adotta un Orso Polare!

In occasione dell’International Polar Bear Day, il WWF lancia un appello: “Non lasciare che diventi una giornata in memoria, adotta ora!”.

Leggi anche: Antartide, enorme cratere sotto il ghiacciaio Thwaites: l’effetto del cambiamento climatico

Assia
Giornalista, operatrice di un doposcuola specializzato in DSA e segretaria… di secondo nome faccio “multitasking” insomma, ma come diceva Darwin: “Sopravvive la specie più adatta al cambiamento”. Le uniche costanti nella mia vita sono la lettura, la mia famiglia e il mio cane Yuna…il resto è una meteora pronta a sfracellarsi.

    Antartide, allerta Nasa per l’iceberg grande come New York a rischio distacco

    Previous article

    Ippocampo, un passato violento per la piccola luna di Nettuno

    Next article

    Comments

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *