Film e Serie TV

I Simpson, smentita la cancellazione di Apu

0
Il twitter che salva Apu dei Simpson

Apu lascia la serie i Simpson

In questi giorni i Social Network sono stati invasi da link, articoli e indignazione sul fatto che Apu lasciasse la serie dei Simpson. Il motivo per il quale questo personaggio storico possa esser costretto ad abbandonare i Simpson è che sia troppo stereotipato.

Apu non lascia la serie Simpson

Credit: www.mondofox.it

Si grida quindi al “politicamente scorretto”. Appena ho visto i vari link di indignazione sulla mia bacheca Facebook, non mi è stato molto chiaro il perchè l’unico personaggio da eliminare fosse proprio Apu, visto che quasi tutti i personaggi dei Simpson sono in realtà molto stereotipati. Basta pensare infatti a Tony il Ciccione e subito noi italiani non ci facciamo una grande figura ma anche lo stesso Homer non lancia un ritratto dell’americano medio molto lusinghiero. Anzi, è la stessa America ad essere presa in giro il più possibile all’interno dello show. Ogni personaggio rappresenta uno stereotipo dell’americano medio: dal poliziotto che si abbuffa di ciambelle alla insegnante di Lisa Simpson completamente disinteressata all’insegnamento fino ad arrivare, tramite Cletus, alla caratterizzazione del “bifolco del sud”.

Smentita la notizia dal produttore esecutivo dei Simpson

La BBC ha spiegato che il produttore esecutivo Al Jean ha smentito la notizia su Twitter, affermando che Aid Shankar, lo youtuber e disegnatore che ha lanciato l’allarme, non parla al nome del loro spettacolo.

Un bel respiro di sollievo per tutti gli amanti dei Simpson che amano la serie originale, proprio per il suo essere politicamente scorretta.

Assia
Giornalista, operatrice di un doposcuola specializzato in DSA e segretaria… di secondo nome faccio “multitasking” insomma, ma come diceva Darwin: “Sopravvive la specie più adatta al cambiamento”. Le uniche costanti nella mia vita sono la lettura, la mia famiglia e il mio cane Yuna…il resto è una meteora pronta a sfracellarsi.

    Arti bionici il più possibile naturali: le protesi che “parlano” col sistema nervoso

    Previous article

    Addio Stan Lee, il papà di Marvel e “supereroe” dell’immaginazione

    Next article

    You may also like

    Comments

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *